Archive for Settembre, 2014

Capone e Godelli presentano regolamento aiuti imprese 2014-2020

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

Parte la programmazione dei fondi europei 2014-2020 e la Regione Puglia è la prima ad aver approvato il regolamento per gli aiuti in esenzione al sistema produttivo.
Ci sono 2 miliardi di euro a disposizione e sarà possibile subito avviare gli avvisi pubblici per l’accesso alle agevolazioni.
Ecco la specifica degli aiuti regolamentati dalla Giunta: aiuti a finalità regionale; aiuti per l’accesso delle PMI ai finanziamenti; aiuti alle PMI per l’acquisizione di servizi; aiuti a favore di investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione; aiuti per la tutela dell’ambiente. Sul fronte del tessuto manifatturiero, si è voluto consolidare il supporto ai processi di innovazione tecnologica; dal lato del settore turistico, la politica di incentivazione si concentra sulla qualificazione dell’offerta turistica.

Horizon 2020, bandi per PMI italiane rinviati al 27 ottobre

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

Ufficiale il via ai bandi destinati alle PMI italiane finanziati dal programma UE “Horizon 2020”: a partire dalle ore 9.00 del prossimo 27 ottobre aprirà lo sportello agevolativo a favore dei progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti tecnologici (clima, energia, innovazione sociale ed economica, alimentazione, tecnologie, nanotecnologie, scienze, trasporti).

Start-up innovative: finanziamenti Smart & Start a tasso zero

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

Al via un nuovo sistema di incentivi per le start-up innovative: un nuovo decreto ministeriale alla firma del ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi riscrive le regole del sistema “Smart&Start” gestito da Invitalia. Si tratta del regime di aiuti che prevede contributi alle nuove piccole imprese a sostegno dei programmi di investimento effettuati da nuove imprese digitali e/o a contenuto tecnologico delMezzogiorno, che ora si estende anche alle start-up innovative del Centro-Nord.

Smart&Start: nuove regole

Più in particolare, oltre ai contributi a fondo perduto – che rimarranno per le Regioni a Obiettivo Convergenza (Campania, Puglia, Campania e Sicilia) – tra i finanziamenti Smart&Start verranno introdotte agevolazioni per le nuove imprese innovative anche del Centro-Nord, sotto forma di finanziamento a tasso zero. Tra le altre novità c’è anche l’innalzamento del limite di costo ammissibile del progetto, da un minimo di 100mila euro a un massimo di 1,5 milioni.

Risorse

Il fondo ha come scopo primario quello di incentivare la nascita di start-up innovative e prevede uno stanziamento di 260 mln di euro, dei quali una parte proveniente da risorse non utilizzate del fondo Smart&Start 2013, 50 milioni a valere sul PON Ricerca e Competitività e 100 milioni sul PONSviluppo Imprenditoriale. Un fondo specifico di 10 mln è destinato alla zona deL’Aquila.

Finanziamenti Centro-Nord

Alle imprese del Centro-Nord vengono riservati 110 milioni di euro, dei quali 70 provenienti dal Fondo per la Crescita Sostenibile. L’agevolazione si traduce in un finanziamento agevolato per otto anni a interessi zero, a copertura delle spese o dei costi ammissibili, fino ad un massimo del 70%. La percentuale sale all’80% se la start-up è formata esclusivamente da under 35 e/o donne, o se impieghi un ricercatore che da almeno tre anni si era trasferito all’estero.

Per maggiori informazioni consultare il progetto Smart&Start sul sito Invitalia.

via: Pmi.it

 

Fondi UE 2014-2020: in Gazzetta la programmazione

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 209/2014 la delibera del Comitato Interministeriale del 18 aprile 2014 contenente la “Programmazione dei Fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020: approvazione della proposta di accordo di partenariato” per l’utilizzo dei Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) nel periodo 2014-2020. La delibera approva la proposta di Accordo di partenariato con riferimento al Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento e del Consiglio europeo del 17 dicembre 2013 relativamente alla programmazione dei Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) per il periodo 2014-2020, stabilendone la strategia di impiego e indicando le priorità di investimento.

Strutture all’estero: finanziamenti agevolati per PMI

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

La legge 133/2008 – articolo 6, comma 2, lettera a) – prevede finanziamenti agevolati per le PMI che realizzano  programmi di inserimento all’estero sui mercati extra UE aprendo strutture commerciali: magazzini, uffici, show-room o negozi. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito modalità e termini dei finanziamenti (decreto 21 dicembre 2012), resi operativi dalla Circolare SIMEST 5/2013. Vediamo dunque requisiti, beneficiari e finanziamenti a tasso agevolato per aprire strutture commerciali all’estero, con la condizione che ogni progetto può riguardare solo un Paese e massimo 2 Paesi di proiezione della stessa area geografica.

Tasi, i comuni incassano milioni ma non dicono come li spendono

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

Dove finiscono i soldi della Tasi? La legge che ha istituito la Tassa sui servizi indivisibili dice chiaro e tondo che i sindaci devono indicare in modo “analitico” non solo il gettito incassato dagli immobili, ma anche l’uso che se ne fa in termini di servizi pubblici finanziati. E lo devono fare in modo chiaro e trasparente. Dunque sui siti dei Comuni, ad esempio. È così?

Taglio tassi BCE: impatto su conti, mutui e prestiti

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

La mossa di politica monetaria della BCE governata da Mario Draghi (taglio tassi a 0,05%), unita all’annuncio di due iniezioni di liquidità nel sistema, in settembre e in ottobre, con un nuovo programma Tltro e un acquisto Abs (asset backed sucurities), compone un puzzle con un preciso obiettivo: sostenere il mercato dei prestitiall’economia reale, ossia a famiglie e imprese, in particolare PMI. L’acquisto di titoli bancari cartolizzati (Abs) solleva infatti le banche da “rischi” di erogare credito alle imprese, così come i soldi raccolti con le operazioni di finanziamento a lungo termine (Tltro) potranno essere utilizzati per concedere prestiti a famiglie e imprese. Il tutto, in uno scenario di tassi e costo del denaro al minimo, con ripercussioni positive sul costo dei prestiti: tassi di finanziamento più bassi.

Partners