Archive for Gennaio, 2015

Piano BCE: i vantaggi per famiglie e imprese

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

Effetto espansivo sul credito alle imprese e sui mutui, sui loro investimenti, sulla crescita dei consumi: sono i principali effetti positivi per le imprese, del piano BCE di QE (Quantitative Easing), l’operazione di maxiacquisto di titoli di Stato. Dal mondo delle PMI italiane arrivano in generale segnali di consenso per la misura e precise richieste, prima fra tutte quella di accompagnare il Piano BCE con una riduzione delle tasse per le imprese. Intanto Mario Draghi, ovvero il banchiere centrale europeo, insiste nel chiedere ai Governi europei riforme strutturali che aiutino la crescita dell’economia. Analizziamo reazioni e prospettive per le imprese e per l’economia dopo la manovra di Francoforte.

Finanziamenti PMI con Credi Impresa Futuro: servizi e vantaggi

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

Fornire finanziamenti alle aziende italiane garantendo liquidità alle PMI che investono e innovano, sia operando sul territorio sia esportando all’estero: è questo l’obiettivo primario di Credi Impresa Futuro, la divisione di Banca IFIS dedicata ai servizi di finanziamento per il mondo imprenditoriale. Operando nella filiera del credito commerciale, finanziario e o fiscale dal 1983, Banca IFIS è presente in tutta Italia e – grazie alle sedi dislocate in Polonia, Romania e Ungheria, alle quali si aggiunge una join venture con la terza banca indiana – è in grado di offrire risorse anche alle PMI che guardano all’internazionalizzazione.

Investment Compact per PMI: le agevolazioni

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

C’è anche una misura specifica per le piccole e medie imprese nel decreto denominato “investment compact“: al fianco delle start-up innovative, arrivano le PMI innovative, alle quali vengono estese le agevolazioni fiscali previste per le nuove imprese. L’investment compact è stato approvato dal Consiglio dei Ministri del 20 gennaio, la misura più importante è probabilmente la Riforma delle banche popolari, che quando raggiungono determinate dimensioni (è il caso dei primi dieci istituti italiani) si trasformano in Spa, società per azioni, mentre oggi sono cooperative. Ma ci sono anche altre norme di rilievo: portabilità dei conti correnti, potenziamento dei finanziamenti alle imprese attraverso canali diversi da quello bancario, riforma della SACE che potrà effettuare credito diretto alle imprese, potenziamento del patent box.

Rifiuti imprese: i modelli MUD 2015

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Notizie

Nel 2015 sarebbe dovuto sparire il MUD, per essere definitivamente sostituito dal SISTRI, invece anche quest’anno bisognerà presentarlo. Sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 27 dicembre 2014 è stato pubblicato il decreto che disciplina la presentazione del MUD per l’anno 2015, il nuovo modello unico di dichiarazione ambientale introduce tra le novità una descrizione più analitica su stato fisico e destinazione finale dei rifiuti.

Titolo II: aperta al 22 gennaio la presentazione di progetti

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

Con Determinazione del Dirigente del Servizio Competitività dei Sistemi Produttivi del 22 dicembre 2014, n. 2487, pubblicata sul BURP il 31 dicembre 2014, è stato approvato il nuovo Avviso per la presentazione delle istanze di accesso al nuovo TITOLO II. Si tratta del primo avviso sugli Aiuti alle Imprese, pubblicato a livello nazionale, a valere sulla Programmazione 2014 – 2020, che darà alle micro, piccole e medie imprese operanti sul territorio regionale, di presentare progetti d’investimento a partire dal prossimo 22 gennaio 2015 e per gli anni successivi.

Legge di Stabilità 2015: i finanziamenti per le imprese

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

Sono numerosi i finanziamenti alle imprese, PMI in primis, previsti dalla Legge di Stabilità 2015. Si va dal Fondo di Garanzia per le PMI esteso alle imprese fino a 500 dipendenti, agli incentivi aggregazioni di impresa a tutte le reti finalizzate ad attività innovative, ai finanziamenti per particolari settori economici, agli incentivi per l’agricoltura. A queste misure si aggiungono gli sconti IRAP sul costo del lavoro, le detrazioni per le imprese senza dipendenti, il bonus assunzioni e le misure per le PMI che devono anticipare il TFR.

Partners