Finanziata la legge 181/89 con gli incentivi per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore.

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 4 aprile 2017.

La legge 181/89 è l’incentivo per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore.

Finanzia iniziative imprenditoriali per rivitalizzare il sistema economico locale e creare nuova occupazione, attraverso progetti di ampliamento, ristrutturazione e delocalizzazione.

Gli incentivi sono stati riavviati con la pubblicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 giugno 2015, con importanti novità:

·         ora sono finanziabili anche i programmi di investimento per la tutela ambientale, il turismo e i progetti di innovazione organizzativa

·         la partecipazione al capitale sociale da parte di Invitalia non è più obbligatoria

L’incentivo è rivolto alle imprese costituite in società di capitali, comprese le società cooperative e le società consortili.

Invitalia valuta i progetti, eroga le agevolazioni e monitora l’avanzamento dei programmi di investimento.

Legge 181 – Cosa finanzia

La legge 181/89 finanzia programmi di investimento produttivo o programmi per la tutela ambientale, completati eventualmente da progetti per innovare l’organizzazione.

Gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1,5 milioni di euro

Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile con:

·         contributo a fondo perduto in conto impianti

·         contributo a fondo perduto alla spesa

·         finanziamento agevolato

Legge 181 – Dove si applica

Per ciascuna area di crisi industriale complessa il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica un avviso per fissare tempi e modalità di presentazione delle domande.

L’elenco delle aree di crisi industriale non complessa verrà pubblicato, su proposta delle regioni,  con un provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che stabilirà anche la data di apertura dello sportello

Siamo a disposizione ad offrire la ns.  consulenza per la presentazione del progetto e ad un incontro presso la vostra impresa, contattateci tramite la nostra pagina di Facebook, il sito web www.finanza-impresa.it,
o ancora ai numeri 080.769491 e 338.5600344.

Nell’allegato trovate l’elenco dei comuni interessati.

19007369decreto_direttor (1)

19007369decreto_direttor (1)
Titolo: 19007369decreto_direttor (1) (411 clicks)
Etichetta:
Filename: 19007369decreto_direttor-1.pdf
Dimensione: 1 MB

Tags: , ,

Tonino Santamaria

Tonino Santamaria è il fondatore di Finanza per l’Impresa, società top partner di COFIDI.IT, una nuova affascinante scommessa che si unisce alla presenza, per tre mandati, nel Direttivo Nazionale di FEDART-FIDI, associazione di quasi 150 confidi a livello nazionale e rappresentativa del settore artigiano, ha fatto parte del Comitato Regionale Antiracket e Antiusura presso la Prefettura di Bari e alla vicepresidenza dell’Associazione Provinciale di Bari Antiracket e Antiusura. Santamaria è responsabile della CNA di Acquaviva delle Fonti dal 1978.

Partners