PSR Puglia: Misura 4.1.A Sostegno a investimenti nelle aziende agricole

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

L’operazione mira a migliorare la redditività, la competitività e la sostenibilità delle aziende agricole

Tipo di sostegno

 

L’aiuto è concesso sotto forma di contributo in conto capitale e/o in conto interesse.

 

Beneficiari

 

–         Imprenditori singoli – ditte individuali agricole

–         Organizzazioni di Produttori riconosciute

–         Cooperative agricole di conduzione

–         Reti di imprese o altre forme associate consentite dalle normative vigenti

 

Costi ammissibili

 

1)   costruzione ex-novo e ammodernamento di fabbricati rurali da utilizzare a fini produttivi agricoli e zootecnici

2)   acquisto o il leasing con patto di acquisto di macchinari nuovi e attrezzature che favoriscono:

–         l’aumento della produttività;

–         la razionalizzazione e la riduzione dei costi

–         la riduzione del consumo energetico

–         la produzione di energia da fonti rinnovabili a prevalente uso aziendale

–         il miglioramento dell’efficienza e/o la riduzione delle quantità nell’uso di fertilizzanti e/o fitofarmaci

3)   strutture aziendali di stoccaggio biomasse

4)   investimenti per migliorare l’efficienza energetica degli edifici rurali produttivi agricoli

5)   impianti di colture arboree

6)   impianti, macchine e attrezzature innovativi che favoriscono il miglioramento dell’efficienza irrigua e l’ottimizzazione dell’uso della risorsa irrigua

7)   interventi relativi alla realizzazione di reti distributive che consentano un risparmio e un miglioramento dell’efficienza dei sistemi di distribuzione e alla realizzazione di invasi di raccolta di acqua piovana di dimensione inferiore ai 250.000 mc

8)   acquisto terreni agricoli per un massimo del 10% della spesa totale ammissibile

9)   strutture di stoccaggio dei prodotti agricoli

10)              impianti, macchine e attrezzature innovativi per gli investimenti in filiera corta

L’ammissibilità delle spese di cui sopra decorre dalla data di presentazione della domanda di sostegno

 

Condizioni di ammissibilità

 

Caratteristiche del richiedente

–         risultare “agricoltore in attività”

–         non essere impresa in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria

–         l’impresa agricola deve avere una dimensione economica espressa in Produzioni Standard non inferiore a 15.000 Euro (soglia minima) al momento della presentazione della domanda di aiuto

 

Condizioni di eleggibilità

–         Regolarità contributiva – DURC regolare

–         Assenza di reati gravi in danno dello Stato e della Comunità Europea

–         Certificazione Antimafia per contributi superiori a 150.000 euro

 

Importi e aliquote di sostegno

 

Agricoltore singolo
in zona svantaggiata o area natura 2000 40%
in zona normale 30%

 

Agricoltore che conferisce ad associazioni di produttori
in zona svantaggiata o area natura 2000 60%
in zona normale 50%

 

Agricoltore singolo per investimenti in filiera corta
Tutte le zone 50%

 

 

Limiti di investimento

 

Il limite minimo del costo totale dell’investimento previsto è pari ad Euro 30.000,00 per progetti singoli e ad Euro 100.000,00 per quelli collettivi.

Il limite massimo del costo totale dell’investimento ammissibile agli aiuti non può essere superiore  a 3 milioni di euro per i progetti singoli e 4 milioni di euro per i progetti collettivi.

Tags: , , , , ,

Tonino Santamaria

Tonino Santamaria è il fondatore di Finanza per l’Impresa, società top partner di COFIDI.IT, una nuova affascinante scommessa che si unisce alla presenza, per tre mandati, nel Direttivo Nazionale di FEDART-FIDI, associazione di quasi 150 confidi a livello nazionale e rappresentativa del settore artigiano, ha fatto parte del Comitato Regionale Antiracket e Antiusura presso la Prefettura di Bari e alla vicepresidenza dell’Associazione Provinciale di Bari Antiracket e Antiusura. Santamaria è responsabile della CNA di Acquaviva delle Fonti dal 1978.

Partners