Sostegno per l’impianto e il mantenimento di sistemi agroforestali

Scritto da Tonino Santamaria. Pubblicato in Incentivi per le Imprese

OBIETTIVI – Recupero, a fini produttivi ed ambientali, di superfici già utilizzate per l’attività agricola e pastorale in via di colonizzazione da vegetazione forestale naturale sporadica, a seguito dell’abbandono colturale.

TIPO DI INTERVENTO – Realizzazione di piantagioni lineari (siepi, alberature, fasce boschive e frangivento) o impianto di una o più specie di piante arboree e arbustive autoctone a ciclo mediolungo, di interesse forestale e/o agro-forestale, coltivate in ordine sparso o a sesti di impianto regolari, a bassa densità per la creazione di “sistemi agroforestali” nei quali l’arboricoltura forestale è associata all’agricoltura sulla stessa superficie breve.

BENEFICIARI – Proprietari fondiari privati, comuni e loro consorzi.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ – Iscrizione all’anagrafe delle aziende agricole (fascicolo aziendale); legittimo possesso delle superfici oggetto d’intervento; utilizzo di materiale di propagazione di specie autoctone compatibili; specifiche condizioni legate alle modalità di realizzazione dell’intervento indicate nella scheda di misura e nei bandi attuativi.

PRINCIPI DI SELEZIONE – Localizzazione e tipologia dell’intervento.

SPESE AMMISSIBILI – 1) Costi di impianto e materiale di propagazione. (Spese generali; Acquisto del materiale vegetale, arboreo e arbustivo, corredato da certificazione di origine fitosanitaria; costi per le operazioni di impianto necessari alla messa a dimora delle piante; costi per operazioni correlate all’impianto). 2) Premio annuale per ettaro a copertura dei costi di manutenzione per un periodo fino a 5 anni (interventi, adeguati alla tipologia del sistema agroforestale impiantato inerenti: potature, tagli, decespugliazioni, etc., nell’anno successivo al primo e altre operazioni colturali necessarie a garantire la permanenza dell’impianto in termini qualitativi e quantitativi; azioni di prevenzione e protezione dell’impianto).

ALIQUOTA DI SOSTEGNO – 80% per l’impianto e il materiale di propagazione; 100% per il premio annuale.

Tags: , , , , ,

Tonino Santamaria

Tonino Santamaria è il fondatore di Finanza per l’Impresa, società top partner di COFIDI.IT, una nuova affascinante scommessa che si unisce alla presenza, per tre mandati, nel Direttivo Nazionale di FEDART-FIDI, associazione di quasi 150 confidi a livello nazionale e rappresentativa del settore artigiano, ha fatto parte del Comitato Regionale Antiracket e Antiusura presso la Prefettura di Bari e alla vicepresidenza dell’Associazione Provinciale di Bari Antiracket e Antiusura. Santamaria è responsabile della CNA di Acquaviva delle Fonti dal 1978.

Partners